Skip to content

Pulci su gatti e cani: che fare?

Pulci su gatti e cani: che fare?

Un giardino o un parco possono essere sufficienti per spalancare la porta di casa ai parassiti. I più fastidiosi sono le pulci su gatti e cani.

Il primo stadio del ciclo vitale è costituito dalle uova di pulci, che passano allo stadio larvale per poi trasformarsi in pupe. In assenza di un organismo da attaccare, le pulci possono sopravvivere fino a un anno all’interno di un bozzolo.

Una semplice passeggiata può essere il veicolo di trasmissione ideale. Infatti, il rischio di contagio è elevato. Può rivelarsi pericoloso anche portare il tuo amico a quattro zampe in un’area in cui è passato - anche settimane prima - un altro animale infetto. 

Per questo è fondamentale che il tuo pet sia sempre adeguatamente protetto.

Pulci su gatti e cani: i sintomi 

Come riconoscere le pulci su cani e gatti? 

Prima di ricorrere al veterinario, impariamo insieme a riconoscere i sintomi delle pulci!

Innanzitutto, l’attenzione ai comportamenti del tuo pet è centrale.

È molto difficile notare la presenza delle pulci su gatti e cani a occhio nudo. Ma ci sono alcuni segnali che ci aiutano a verificare se il tuo animale domestico è stato infestato.

Punti neri sul pelo

Possono indicare la presenza di pulci. Come verificare?

Possiamo utilizzare un pettine apposito, facendo scorrere i denti del pettine nel pelo dell’animale fino a raggiungere la cute. Eventuali puntini neri possono essere le feci delle pulci.  

Se si rinvengono direttamente i parassiti, immergerli in una ciotola di acqua e sapone prima che possano allontanarsi o saltare nuovamente sull’animale.
In alternativa al pettine, possiamo mettere un tovagliolo di carta bianco sotto l’animale e sfregare il pelo. Le eventuali particelle nere sulla carta potrebbero essere le feci delle pulci.

Prurito costante 

Se il tuo gatto o il tuo cane continuano a grattarsi, un controllo veterinario è d’obbligo. Le aree preferite dalle pulci sono il collo, le orecchie, il dorso e la testa.

 

Gonfiori

In caso di presenza di pulci su gatti e cani, potrebbero comparire dei rigonfiamenti, soprattutto nelle aree alopeciche (ovvero nei punti senza pelo).

Lesioni della pelle 

Le pulci possono causare lesioni cutanee come eritemi, pustole e piaghe estese.

Irrequietezza

Se il tuo pet si strofina o scuote la testa, si mordicchia il pelo o si lecca insistentemente, potrebbe essere nervoso per colpa delle pulci.

Pulci su gatti e cani: che fare?

Pulci su gatti e cani: malattie trasmissibili

Le pulci del cane e del gatto sono portatrici di diverse malattie che possono condizionare la vita del tuo pet.

Malattia da graffio di gatto 

Generalmente, i gatti non manifestano sintomi, ma possono trasmetterla all’uomo. Provoca la presenza di una pustola nella sede dell’infezione e febbre moderata.

Rickettsiosi

Cefalea, febbre e disturbi neurologici: così insorge la Rickettsiosi. Questa malattia non provoca disturbi al gatto. Purtroppo, per l’uomo risulta molto fastidiosa e pericolosa.

Peste

Un nome evocativo. Nel gatto, la peste bubbonica è la più diffusa. Quali sono i sintomi? Febbre alta e disidratazione.

Dermatite allergica da pulci (DAP)

La saliva delle pulci, innestata a seguito del morso, provoca questa malattia. A causa del prurito, il gatto e il cane colpiti dalla dermatite allergica da pulci possono procurarsi croste o tumefazioni.

Tenia

Leccandosi, il pet ingerisce le pulci e questo provoca lo sviluppo di vermi (rilevabili nelle feci). Questa problematica, che può essere sintomatica o asintomatica, colpisce in egual misura uomini, gatti e cani. 

Alla luce di tutto ciò, un consulto veterinario risulta fondamentale. 

Infatti, solo una diagnosi approfondita e attenti esami clinici potranno evidenziare la presenza di altre patologie derivanti dalle pulci. 

Permetterà di scegliere il trattamento migliore per il tuo amico a 4 zampe. Inoltre, si dovrà procedere alla decontaminazione dell’ambiente.

Eliminare le pulci dal cane e dal gatto

Sebbene la prevenzione sia certamente la scelta migliore, la tempestività nella diagnosi e nella cura è essenziale. 

Sarà necessario trattare tutti gli animali domestici, gli esseri umani (se sono stati morsi) e l’ambiente contaminato. Bisognerà utilizzare un prodotto che agisca su tutti gli stati evolutivi della pulce, non solo sul parassita adulto.

Gli oli essenziali hanno azione repellente, ma non insetticida. Non sono consigliabili in caso di infestazione in corso. Tuttavia, sono adatti in concomitanza a misure preventive come antiparassitari specifici.

Le pulci su gatti e cani attaccano anche l’uomo?

Ebbene sì. Come anticipato, le pulci non disdegnano il sangue umano. Per questo possono essere trasmesse anche all’uomo, provocando sintomi simili a quelli del gatto quali rossore e prurito

Il disagio immediato è secondario. Infatti, sono molto più allarmanti le potenziali patologie di cui questi parassiti sono portatori: tularemia, tifo marino e infezione da tenia.

In caso di contagio, sarà fondamentale individuare un trattamento specifico per debellare le pulci e tutti i loro stadi evolutivi dai soggetti coinvolti. Sarà necessaria anche una disinfestazione  dell’ambiente in cui vivono. 

Come eliminare le pulci dal cane, dal gatto e dall’ambiente

Come possiamo eliminare definitivamente le pulci

Una volta eseguito un trattamento disinfestante specifico, sarà fondamentale prevenirne il reinsediamento.

I metodi sono svariati, ma vediamoli insieme nel dettaglio: 

  • Utilizzare spesso l’aspirapolvere  per rimuovere il maggior numero possibile di uova di pulci nelle zone frequentate dall’animale (tappeto e divano)
  • Lavare regolarmente materassini e coperte del nostro cucciolo
  • Massima attenzione al giardino! Falciare il prato, raccogliere e gettare le foglie.

Pulci: come prevenirle

In conclusione, le pulci del cane e del gatto risultano tra i parassiti più diffusi e fastidiosi dell’intero ecosistema. 

Per questo, è necessario mantenere un ambiente salubre, a prescindere dalla presenza di tali parassiti. 

Inoltre, bisogna prestare attenzione ai comportamenti dei nostri piccoli amici a quattro zampe, così da capire se sia tempo di fissare una visita dal veterinario 

Il consiglio è quello di proteggere il vostro pet dalle pulci per tutto l’anno. Come? Con prodotti antipulci specifici, leggendo sempre il foglio illustrativo e mantenendo pulito l'ambiente da condividere!

Trova il centro Ca' Zampa più vicino a te