Skip to content

Come tagliare le unghie al cane e al gatto

È importantissimo farlo, ma molti proprietari non sanno come tagliare le unghie al cane o al gatto. Soprattutto quando sono alla loro prima esperienza con un pet.

Taglio unghie: le domande più ricorrenti

“Come faccio a tagliare le unghie al mio gatto senza dargli fastidio?”
“Come posso farlo con il mio cane che non è abituato a stare fermo troppo a lungo?”
“Non so come tagliare le unghie al cane e ho paura di fargli male”

Questi sono solo alcuni dei dubbi che i proprietari di animali domestici ogni giorno affrontano riguardo la cura del proprio pet.
Una delle situazioni pratiche con cui ci si ritrova a fare i conti e che mette in difficoltà maggiormente è proprio quella del taglio delle unghie.
Se troppo lunghe possono infatti causare dolore e infezioni. In linea generale, possono inoltre compromettere la postura, limitare i movimenti. Specialmente su una superficie liscia come il pavimento di casa, cani e gatti potrebbero scivolare nel tentativo di alzarsi, peggiorando così la qualità della loro vita.

Pertanto, è bene ricordare che per una maggiore tranquillità è consigliabile affidarsi ad un esperto toelettatore in modo da effettuare il taglio nella massima tranquillità. Questo perché gli animali devono venire sempre accolti e coccolati adeguatamente, in modo da non traumatizzarli e rendere questa esperienza il più veloce e tranquilla possibile.

La parola d’ordine per curare le unghie è “prendere confidenza”. Fin da subito. Da quando vengono a far parte della famiglia è indispensabile abituarli a farsi toccare. Si può iniziare dalle zampe anteriori, per poi passare alle orecchie, sino ad insegnare loro ad aprire la bocca. Questo aiuterà a creare la giusta confidenza e serenità, abituando il vostro animale a farsi curare e pulire.

Quando tagliare le unghie al nostro pet

Come accorgersi che è il momento di tagliare le unghie al cane o al gatto?
Di norma, è bene intervenire non appena le unghie superano i cuscinetti e toccano per terra. O quando sentiamo il ticchettio delle unghie sul pavimento. Questi saranno per noi il segnale di controllare la lunghezza e decidere se accorciare le unghie.

cane-2

Come tagliare le unghie al cane e con quali strumenti

È necessario acquistare uno specifico tagliaunghie per cani della misura giusta in base alle dimensioni dell'animale.
Nei Centri Veterinari, nei negozi per animali e anche in qualche supermercato si trovano di varie misure, dalla taglia più piccola alla misura XL.
Bisogna fare attenzione nel decidere dove tagliare perché sono alimentate da vasi sanguigni. Un taglio all'altezza sbagliata, infatti, causa dolore e perdita di sangue.
Il taglio dovrà essere fatto con calma, ma in modo deciso e veloce, senza nessuna esitazione per non rischiare di rompere l'unghia.
Quando le unghie sono trasparenti o bianche è più semplice individuare la giusta linea di taglio. E il taglio andrà fatto dove il vaso sanguigno non è presente.
Mentre per le unghie nere e scure, è consigliabile tagliare l'unghia poco per volta.
Una volta finito, se il cane è stato collaborativo (o comunque bravo), sarà una giusta occasione per premiarlo con un gioco o qualcosa da sgranocchiare, oltre a tante coccole in più.

Banner-ebook-cane

Perché tagliare le unghie al gatto

Nonostante si abbia a disposizione uno o più tiragraffi, è sempre consigliabile tagliare le unghie al gatto, perché è sua abitudine usarle su tutto. Per prendere il cibo, ma anche su divani e poltrone.
Le unghie diventano così un concentrato di batteri. Di conseguenza, possono infettare i taglietti causati dai graffi durante le coccole o un gioco.
Spesso la domanda che ci si pone è se sia giusto tagliare le unghie quando il gatto è abituato ad uscire, caccia o si arrampica sugli alberi. La risposta è sì, per salvaguardare il benessere del pet e della famiglia.

Le unghie del gatto vanno tagliate in base alle sue abitudini.
Se è molto attivo e giocherellone servirà meno spesso. Se invece il gatto è molto tranquillo, servirà una volta in più.
Ai i gatti anziani le unghie vanno controllate una volta alla settimana, perché tendono maggiormente a sfaldarsi o rompersi. È consigliabile anche controllare i soggetti con le unghie ricurve: è necessario evitare che, crescendo, vadano a bucare anche in maniera grave i cuscinetti.
Unghie troppo lunghe, inoltre, causano fastidio al gatto che cercherà di limare su mobili, divani e tende di casa.
Quando tagliarle? Quando il micio è abbastanza tranquillo e rilassato, ovvero dopo poco che ha mangiato e si trova comodamente sdraiato, ad esempio.
È bene non cercare di tagliare le unghie quando ha fame, quando è irrequieto o in vena di scatenarsi per giocare.

Come tagliare le unghie al gatto: consigli e strumenti

Il primo passaggio da fare è controllare lo stato delle unghie, schiacciando delicatamente i polpastrelli per permettere al micio di sfoderale senza causargli troppo fastidio.
È necessario acquistare uno specifico tagliaunghie della misura giusta in base alle dimensioni dell'animale, in commercio si trovano dalla piccola alla XL.

È possibile trovare la giusta linea di taglio quando le unghie sono trasparenti o bianche. Mentre, per le unghie scure, è preferibile tagliare poco alla volta.
È opportuno prestare maggiore attenzione nei soggetti con unghie ricurve. In tal caso, è necessario evitare che, crescendo, arrivino a bucare anche in maniera grave e infettare i cuscinetti.

Come fare se l’unghia sanguina

Bisogna fare attenzione nel decidere dove tagliare le unghie a cani e gatti.
Le unghie sono alimentate da numerosi vasi sanguigni: un taglio all'altezza sbagliata risulterebbe doloroso per il pet, provocando sanguinamento.
Potrà infatti capitare di tagliare troppo vicino al vaso sanguigno, provocando una piccola fuoriuscita di sangue.
In questi casi, è necessario innanzitutto mantenere la calma e rassicurare il pet. Sarà sufficiente tenere premuta l'unghia per qualche istante con un pezzo di cotone o carta assorbente. Nel giro di qualche minuto il sangue si fermerà da solo e l’unghia si cicatrizzerà rapidamente. In caso contrario, andrà cicatrizzata con cotone emostatico e un cerotto. Ma niente panico: le prime volte può succedere!

Trova il centro Ca' Zampa più vicino a te